Lucchetti sul sottopasso pedonale in piazza Roma, a Marotta: “Promesse mai mantenute”

Lucchetti sul sottopasso pedonale in piazza Roma, a Marotta: “Promesse mai mantenute”

MAROTTA – “Il sindaco Barbieri dopo la chiusura del passaggio a livello, aveva promesso di aprire il sottopasso pedonale di Piazza Roma a Marotta entro giugno 2020, siamo arrivati a luglio 2021 e ancora il sottopasso rimane chiuso”.

Queste le prime accuse del consigliere di minoranza Massimiliano Lucchetti che fa il punto sulla vicenda e si rivolge alla maggioranza, colpevole di non aver seguito i lavori con la dovuta attenzione.

Lucchetti ricorda le varie tappe della vicenda: “Sicuramente i cittadini si ricorderanno del comitato attraverso Marotta che si batteva per eliminare le rampe dal sottopasso e per ottenere di più dalle Ferrovie: mi pare che si parlasse di una rampa che permettesse alle bici di scendere senza smontare dalla sella ( non mi pare che sia mai stata realizzata).

“Un personaggio politico, l’ex assessore Lucia Cattalani, si era battuta per eliminare le rampe dal progetto, forse perché le rampe davano fastidio a qualcuno e le stesse rampe sono state sostituite da degli ascensori. Io alla presentazione del progetto in Consiglio comunale avevo evidenziato che le rampe non erano soggette a ‘guasti’, mentre gli ascensori presentavano due problemi: il primo che spesso sono fuori servizio e secondo che presentano dei rischi se posti al di sotto del livello del mare, visti i problemi connessi alle infiltrazioni ma anche alle ‘bombe d’acqua’ oggi così diffuse. Però non so perché la maggioranza aveva promesso che le rampe sarebbero state eliminate e quindi gli ascensori non erano in discussione. Mi dispiace constatare che alcuni consiglieri di maggioranza attenti alle questioni delle disabilità abbiano taciuto sulla questione.

“Adesso sui social imputano i ritardi dell’apertura del nuovo sottopasso di Via Roma a dei problemi legati all’impermeabilità degli ascensori, ma allora le mie rimostranze avevano un senso, forse i marottesi potranno capire meglio di me perché sono state eliminate le rampe.

“Poi questa amministrazione ha firmato la fideiussione che costringeva il Comune ha chiudere il passaggio a livello dopo l’ultimazione dei lavori del sottopasso carrabile di via Foscolo.

“Lo stesso sindaco – aggiunge Massimiliano Lucchetti – aveva promesso in consiglio comunale che a giugno 2020 avrebbero aperto un passaggio nel nuovo sottopasso pedonale di piazza Roma: siamo arrivati a Luglio 2021 è passato un anno – e non si parli della pandemia che appunto dal rigido confinamento è passato un anno – ed ancora il sottopasso è chiuso costringendo pedoni, mamme con passeggini, disabili a “giri dell’oca” per raggiungere la spiaggia.

“I malpensanti dichiarano che i ritardi siano voluti, per avvicinare l’inaugurazione il più possibile al periodo elettorale. Mi rifiuto di pensare questo, anche perché nel periodo elettorale non si possono fare inaugurazioni, però una responsabilità palese dell’amministrazione è certa: il ritardo dimostra una superficialità imbarazzante dell’esecutivo e la scelta di eliminare le rampe a favore degli ascensori è una scelta che grida vendetta. Forse – conclude Lucchetti – i cittadini dovrebbero tenerne conto al prossimo appuntamento elettorale”.

 

QM – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quimarotta.it

3 pensieri riguardo “Lucchetti sul sottopasso pedonale in piazza Roma, a Marotta: “Promesse mai mantenute”

  • Luglio 10, 2021 in 8:11 pm
    Permalink

    Vorrei ribadire al consigliere lucchetti che è stato più fatto in cinque anni da questa amministrazione che negli ultimi dieci anni della vecchia amministrazione mondolfo e marotta sono rinate

    Rispondi
  • Luglio 11, 2021 in 8:32 am
    Permalink

    Mi pare che i commenti del Consigliere Lucchetti siano sul pezzo. Imbarazza invece l’assordante silenzio dell’intera maggioranza comunale della legislatura in corso ed anche di gran parte dell’ulteriore cosiddetta opposizione. Bravo, come spesso mi capita di riconoscerti, Massimiliano Lucchetti.

    Rispondi
  • Luglio 11, 2021 in 6:36 pm
    Permalink

    Sono d’accordo con lucchetti e inoltre dal sottopasso della stazione si va al mare con una carrozzina con disabile xke se non si può sarebbe una grande violazione dell’abbattimento barriere architettoniche cosa che l’amministrazione non conosce

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: