“Alla scuola media Enrico Fermi di Mondolfo lavori in forte ritardo”

“Alla scuola media Enrico Fermi di Mondolfo lavori in forte ritardo”

Polemica presa di posizione del consigliere comunale Massimiliano Lucchetti

MONDOLFO – Il consigliere comunale Massimiliano Lucchetti (nella foto), dopo aver presentato innumerevoli interrogazioni in Consiglio comunale, per far in modo che la maggioranza ponesse massima attenzione ai lavori di riqualificazione del plesso scolastico dell’Istituto Enrico Fermi, a Mondolfo, deve constatare che i tempi si sono allungati moltissimo.

“Ed i nostri ragazzi – afferma Lucchetti -, sia quelli delle elementari, sia quelli delle medie, sono purtroppo costretti, nonostante i miracoli della dirigente e del personale scolastico, a condividere lo stesso palazzo delle scuole, con tutte le controindicazioni del caso (spazi limitatissimi, vie d’accesso non adeguate, ecc. ecc.).

“Come si può vedere dalla foto del pannello affisso all’esterno del cantiere nella scuola – aggiunge Lucchetti – la data della consegna dei lavori è stata fatta a maggio 2020 con un ritardo di 8 mesi rispetto a quella prevista dal sindaco (settembre 2019).

“I lavori come si legge nel cartello devono terminare 365 giorni dopo, quindi a maggio 2021, ma in realtà sono ancora in alto mare ed anche questa data temo proprio che non sarà rispettata”.

Il consigliere comunale Lucchetti, molto contrariato per questa poca attenzione, per un cantiere dove la tempistica è vitale per studenti, insegnanti e personale afferma: “Quando l’assessore ai Lavori pubblici si è dimesso, mi aspettavo che una delega così importante fosse data ad un componente della maggioranza che ponesse più attenzione ai lavori di adeguamento sismico del plesso Fermi di Mondolfo, ma il sindaco ha ritenuto che, nella sua maggioranza, non ci fosse qualcuno all’altezza e si è trattenuto la delega, con il risultato che prima avevamo trascurata l’Urbanistica ed adesso anche i Lavori pubblici”.

“Capisco – aggiunge ancora Lucchetti – che la maggioranza sia composta da degli yes men e yes women, ma un sindaco che detiene la delega all’Urbanistica e ai Lavori pubblici contemporaneamente penso che sia un caso più unico che raro, anche perché si rischia veramente di trascurare due deleghe fondamentali per lo sviluppo del territorio. Mi aspetto, in questo periodo di fine mandato, che il sindaco tolga la delega al Bilancio al vicesindaco, così entrerà nel guinness dei primati”.

“Quando in Consiglio comunale – afferma sempre Massimiliano Lucchetti – avevamo chiesto per quanto tempo i nostri ragazzi delle medie sarebbero stati ospitati nelle elementari era il lontano maggio 2019 e, al tempo, il sindaco ci aveva promesso che i lavori sarebbero iniziati a settembre 2019 per essere terminati di lì a poco.

“Poi abbiamo dovuto constatare che i lavori sono stati consegnati a maggio 2020, con un ritardo di 8 mesi, e la data prevista per la fine lavori è diventata maggio 2021, ma ho paura che, visto il ritmo con cui avanzano i lavori, anche questa data sarà posticipata, con l’inevitabile ed inesorabile sventura che i nostri ragazzi dovranno passare un altro anno nel plesso delle elementari, con tutte le difficoltà e le ristrettezze del caso”.

“Sono convinto – conclude Massimiliano Lucchetti – che questi ritardi siano imputabili alla disattenzione dei nostri giovani amministratori e credo che la gestione familiare della delega, non produrrà nulla di buono”.

 

QM – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quimarotta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: