Da venerdì 8 gennaio screening di massa al Bocciodromo di Marotta per chi abita a Mondolfo e San Costanzo

Da venerdì 8 gennaio screening di massa al Bocciodromo di Marotta per chi abita a Mondolfo e San Costanzo

MAROTTA – A Mondolfo e Marotta è tutto pronto per lo screening di massa anti-Covid organizzato da Regione Marche e Asur, il cui inizio è previsto per venerdì 8 gennaio.

L’Amministrazione comunale, con la collaborazione dei volontari della Protezione Civile “Faà di Bruno” e della Croce Rossa, è pronta ad assicurare e garantire lo svolgimento delle operazioni.

Lo screening Covid-19, tramite tamponi rapidi, si terrà fino a mercoledì 13 all’interno dei locali del Bocciodromo comunale nella Sala “Ciriachi” in Viale Europa n.9 e sarà aperto sia ai cittadini del Comune di Mondolfo che a quelli del Comune di San Costanzo. Nei prossimi giorni saranno previsti altri sopralluoghi da parte di Asur assieme agli amministratori comunali ed ai volontari al fine di definire gli ultimi dettagli.

Sarà possibile sottoporsi al test nei seguenti orari: da venerdì 8 gennaio a martedì 12 gennaio la mattina dalle ore 8 alle ore 13 e il pomeriggio dalle ore 15 alle ore 19. Il mercoledì 13 gennaio invece solo al mattino dalle ore 8 alle ore 13. I cittadini non dovranno presentarsi oltre le ore 12.45 del mattino e oltre le ore 18.45 del pomeriggio.

Per la partecipazione non sarà necessaria la prenotazione, ma sarà sufficiente presentarsi nelle date e negli orari previsti con il modulo “Richiesta Test Antigenico rapido Covid-19” debitamente compilato. Il modulo è scaricabile dal sito del Comune di Mondolfo o, in alternativa, sarà distribuito dai volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa presenti fuori dalla struttura e potrà essere compilato direttamente sul posto. Il risultato del tampone rapido sarà comunicato in loco entro 15-30 minuti.

Lo screening di massa è aperto a tutti i cittadini, ma sono previste alcune eccezioni per garantire lo svolgimento della campagna in totale sicurezza.

Non potranno partecipare:

  • Persone che hanno sintomi che indichino un’infezione da Covid-19 (in questo caso, si deve contattare il medico di assistenza primaria);
  • persone attualmente in malattia per qualsiasi motivo;
  • persone risultate già positive al Covid-19 negli ultimi 3 mesi;
  • persone attualmente in quarantena o in isolamento fiduciario;
  • persone che hanno già prenotato l’esecuzione di un tampone molecolare;
  • persone che eseguono regolarmente il test per motivi professionali;
  • minori sotto i 6 anni;
  • persone ricoverate nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie comprese le case di riposo pubbliche e private.

In merito a questa iniziativa il sindaco Barbieri ha dichiarato:”Ringrazio Regione Marche e Asur per questa importante iniziativa volta a tutelare la salute dei cittadini e a monitorare con dati più precisi la situazione sanitaria della nostra popolazione relativamente alla diffusione del Covid-19. Rivolgo una fortissima raccomandazione a tutti i cittadini affinché la loro partecipazione ai test rapidi sia massiva, così da rendere questa campagna efficace e contribuire ad arginare la diffusione del virus sul nostro territorio”.

 

QM – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quimarotta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: