Niente guardia medica a Mondolfo, il M5S interroga il ministro Speranza

Niente guardia medica a Mondolfo, il M5S interroga il ministro Speranza

MONDOLFO – “Per l’assistenza di una GUARDIA MEDICA, a partire dal 1 di marzo, anche mondolfesi e marottesi devono rivolgersi a Fossombrone, Calcinelli e Fano e questa carenza del servizio sanitario interessa soprattutto i cittadini più deboli e cioè malati e anziani che non hanno nemmeno la forza di manifestare le proprie preoccupazioni”. Inizia così un documento diffuso dagli attivisti del Movimento 5 Stelle di Mondolfo Marotta.

“Da notare che, fino ad oggi, gli enti e autorità preposte non hanno dato risposte convincenti sulla improvvisa indisponibilità, sproporzionata nei numeri, dei medici nel distretto specifico Fano-Mondolfo, con conseguente chiusura della postazione mondolfese da cui si assistevano più di 22.000 residenti dei comuni di Mondolfo, San Costanzo e Monte Porzio.

“Anche durante l’ultimo Consiglio comunale a Mondolfo, pur condividendo quanto esposto dal sindaco Barbieri e dall’Amministrazione sulle annose difficoltà generali del servizio sanitario pubblico, quando si è entrati nel merito alla riapertura della postazione di Mondolfo, abbiamo sentito le consuete risposte senza novità di rilievo: “cerchiamo di essere attenti, informati e sollecitare, ci faremo sentire”.

“Quando si tratta di prima assistenza, reputiamo sia giusto e utile mantenere un equilibrio delle presenze di personale medico e pertanto, capire per quale ragione la nostra postazione sia stata esclusa e, soprattutto, invitiamo sindaco e Amministrazione ad insistere per ottenere dall’Asur Area Vasta 1 che anche Mondolfo almeno partecipi alla suddivisione delle ore di servizio, in presenza, della guardia medica, proporzionalmente alle ore di disponibilità programmate nel distretto di competenza.

“Certamente serve maggiore impegno, da parte di tutti, nessuno escluso, alla ricerca di rapide soluzioni, anche tampone, in attesa che la preannunciata riorganizzazione regionale prenda consistenza, in quanto i relativi tempi appaiono piuttosto lunghi.

“Sulla situazione del territorio pesarese, come preannunciato, dopo le varie iniziative a livello regionale e parlamentare, il M5S – aggiungono gli attivisti del Movimento 5 Stelle di Mondolfo Marotta – ha recentemente presentato una interrogazione direttamente al ministro della Salute Speranza sull’attuale e persistente carenza di medici e personale sanitario”.

 

QM – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quimarotta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: