Schianto vicino al casello di Marotta, giovane motociclista finisce in ospedale

Schianto vicino al casello di Marotta, giovane motociclista finisce in ospedale

MAROTTA – Un nuovo incidente stradale si è verificato questa mattina, poco dopo le 12, lungo la strada provinciale 424 Pergolese, in prossimità del casello autostradale di Marotta.

Per cause in via di ricostruzione, da parte dei carabinieri della Stazione di Marotta, una moto, mentre procedeva con direzione mare-monti, si è scontrata con un’auto – una Opel – che, in quel momento, si stava immettendo sulla provinciale Pergolese.

L’impatto tra i due mezzi è stato abbastanza violento. Il giovane che si trovava alla guida della moto – un ventinovenne residente a Mondolfo – è stato sbalzato sull’asfalto, ed ha riportato delle ferite alle gambe.

Il giovane motociclista è stato prontamente soccorso e trasportato in ospedale con un’ambulanza del servizio sanitario regionale.

Il traffico lungo la strada provinciale 424 Pergolese, particolarmente intenso data anche l’ora in cui si è verificato l’incidente, ha subito notevoli rallentamenti per consentire i soccorsi ed i necessari rilievi tecnici.

E’ opportuno aggiungere, nella speranza che qualcuno incominci a prendere in seria considerazione il problema, che in questo tratto di strada gli incidenti sono sempre più numerosi. Sarebbe quindi opportuna una soluzione adeguata in tempi brevi, atta a risolvere una questione non secondaria nel contesto della viabilità cittadina.

Ci rendiamo perfettamente conto che non si tratta di una strada comunale ma il sindaco – se vuole – ha i poteri amministrativi per chiedere un adeguamento. Che, alla luce dei continui incidenti che vi si verificano, riteniamo non solo necessario ma… indispensabile. Non basta, infatti, asfaltare, come è stato fatto di recente. Occorre risolvere il problema con un intervento drastico.

Il casello autostradale di Marotta è diventato, negli ultimi anni, sempre più importante nella logistica marchigiana. Così come la strada provinciale Pergolese lo è per un vasto comprensorio. Per cui l’intensificarsi del traffico in una strada non proprio adeguata porta, inevitabilmente, a queste conseguenze. E di spazio, per intervenire, diciamolo chiaramente, ce n’è tanto. Per cui non resta che affrontare la questione con un po’ di buona volontà. Per il bene di tutti.

QM – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quimarotta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: