A Mondolfo il consigliere Lucchetti chiede di far chiarezza sulle variazioni al bilancio di previsione

A Mondolfo il consigliere Lucchetti chiede di far chiarezza sulle variazioni al bilancio di previsione

MONDOLFO – Sulla variazione al bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2021-2023 del Comune di Mondolfo, il consigliere Massimiliano Lucchetti, ha presentato un’altra interrogazione al presidente del Consiglio comunale Francesco Bassotti.

In primo luogo l’ingegner Lucchetti premette che nel mese di novembre dello scorso anno ha presentato “un emendamento alla variazione di bilancio per l’anno 2020 di € 10.000, di lieve entità, come previsto dal regolamento comunale di funzionamento del Consiglio comunale, dichiarato inammissibile perché non poteva avere il parere del revisore unico dei conti, emendamento che andava a costituire un fondo per le famiglie in difficoltà causa pandemia da Sars-Cov-2 e pressoché simile a quello presentato, in corso di seduta consiliare, da un consigliere comunale di minoranza del confinante comune di Senigallia per € 50.000, che andava a diminuire per compensazione il fondo per le spese legali del 20%.

“Nel consiglio comunale di Senigallia – fa presente Lucchetti –  l’emendamento alla variazione di bilancio per l’anno 2020 fu poi accolto all’unanimità col parere tecnico del responsabile del servizio bilancio.

“Inoltre sempre nel confinante comune di Senigallia, nella seduta del 18 marzo u.s. di approvazione del bilancio di previsione anno 2021 è stato discusso un emendamento presentato dal consigliere comunale di maggioranza, arch. Rebecchini, di € 25.000, col quale andava a tagliare le spese telefoniche a favore dell’esonero dell’imposta di soggiorno per i disabili.

“Emendamento non accolto dalla maggioranza ma discusso in aula. Mentre i miei – afferma sempre Lucchetti -vengono addirittura dichiarati inammissibili”.

Inoltre, il consigliere comunale Lucchetti, nella sua interrogazione, premette “che i principi di legge contabili vigenti, ancorché tradotti in regolamenti comunali, valgono indistintamente per tutti i Comuni d’Italia e non per un comune sì e l’altro no e per tutti i consiglieri comunali di qualunque parte essi siano, giusto riferimento del Segretario generale del Comune di Mondolfo, dott. Giuseppe Aiudi, che sottolinea come non possano essere eluse le: “..procedure di pianificazione e programmazione della spesa e dei vincoli procedurali posti dall’ordinamento contabile stesso…”.

“Lette le motivazioni, riportate in delibera consiliare n. 18 datata 16.03.2021 con cui si dichiarano inammissibili i miei tre emendamenti alla variazione di bilancio discussa in seduta consiliare del 16 marzo u.s., le quali saranno oggetto di ulteriori approfondimenti da parte del sottoscritto.

“Chiedo – prosegue Lucchetti – 1. Viste le affermazioni apparse sulla stampa e fortemente preoccupato per la realizzazione dell’Unità raccolta Avis, di cui si sente un enorme bisogno tra i volontari e la comunità intera, come intende ovviare la Giunta comunale al fatto che tale progetto non sembra, per ora, essere inserito in nessun documento di pianificazione e programmazione?”

 

QM – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quimarotta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: