“La Giunta Barbieri imita Senigallia e concede ai privati porzioni di spiaggia libera”

“La Giunta Barbieri imita Senigallia e concede ai privati porzioni di spiaggia libera”

di DANIELE CECCARELLI*

MONDOLFO – Leggendo la delibera di Giunta comunale n.76 del 19.05.2021 si rileva che la giunta Barbieri ha stabilito la possibilità di assegnare in concessione temporanea porzioni di spiaggia libera, limitatamente alla stagione balneare 2021 (dal 05.06.2021 al 30.09.2021) in via eccezionale, in relazione alle limitazioni imposte ai titolari degli stabilimenti balneari e delle attività di bar e ristorazione ai fini del contenimento del contagio da Sars-Cov-2, in considerazione della previsione del vigente Piano Spiagge Demaniale e tenute presenti le primarie ed inderogabili esigenze di sicurezza e di igiene nonché compatibilmente con la fattibilità logistica delle richieste.
Queste le porzioni interessate:
le fasce di spiaggia libera di lunghezza massima pari a 25 metri lineari contenute tra due spiagge in concessione ovvero fasce di spiaggia libera confinanti con una singola concessione balneare per un massimo di 12 metri al fine di attrezzarle garantendone il corretto utilizzo in coerenza con le linee guida emanate dalla Regione Marche;
le aree di spiaggia libera confinanti ad attività di bar o ristorazione per consentire il posizionamento di tavoli all’aperto fino a un massimo di 100mq.
A parte le inopportune discriminazioni sia verso i bagnanti fruitori della spiaggia libera i quali si troveranno spazi ridotti che verso i concessionari operatori turistici esclusi perché non confinanti, in un momento come l’attuale segnato dalla necessità
di trovare un equilibrio per la ripresa economica e turistica la giunta Barbieri non trova di meglio che ridurre la spiaggia libera e dividere gli operatori turistici.
Sarebbe meglio invece di copiare cosa fanno gli altri che la giunta Barbieri presti maggiore attenzione alle opere pubbliche iniziate da tempo ed ancora in itinere come per esempio la scuola media E. Fermi ed il bastione Sant’Anna.
È una giunta molto fortunata che è stata retta solo dalle occasioni d’essersi trovata in un periodo di liberazione dal “patto di stabilità interno”, e lo dimostra il bilancio consuntivo 2020 da poco approvato che smentisce in modo clamoroso gli annunci strabilianti a cui ci ha abituati la giunta Barbieri come quello dell’8 maggio 2019: “abbiamo recuperato crediti per € 2.000.000, ecc.ecc.”. Si, certo. Peccato che non siano mai stati riscossi.

*Contribuente mondolfese

 

QM – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quimarotta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: