Una nuova stazione per la telefonia mobile sulla torre dell’acquedotto di Mondolfo

Una nuova stazione per la telefonia mobile sulla torre dell’acquedotto di Mondolfo

“Gravi rischi per la salute delle persone”. Dopo la richiesta Roberto Bernacchia si è fatto promotore di una petizione presentata in Comune

MONDOLFO – A seguito della notizia ufficiale pubblicata nell’Albo Pretorio comunale Roberto Bernacchia, presidente dell’associazione culturale Monte Offo a candidato al Consiglio comunale di Mondolfo, si è fatto promotore di una petizione veloce in 48 ore, consegnata al protocollo comunale.

Questo il testo della petizione: “I sottoscritti cittadini di Mondolfo, venuti a conoscenza della richiesta, da parte di Iliad Italia Spa, di autorizzazione per l’intervento di installazione di una nuova stazione radio base sulla torre dell’acquedotto o in altro punto al centro dell’abitato di Mondolfo, considerando i gravi rischi che ciò comporterebbe per la salute delle persone, esprimono la loro assoluta contrarietà alla concessione di tale installazione richiesta da Iliad Italia.

“Invitano pertanto la S.V. a voler negare l’autorizzazione stessa e, comunque, a informare tempestivamente la cittadinanza su qualsiasi decisione presa in merito”.

 

QM – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quimarotta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: