A San Costanzo gli uomini sfilano con le scarpe rosse per dire no alla violenza sulle donne

A San Costanzo gli uomini sfilano con le scarpe rosse per dire no alla violenza sulle donne

Una manifestazione silenziosa, nel centro storico, alla quale hanno preso parte amministratori comunali, studenti e tanti cittadini

SAN COSTANZO – Grande successo e tanta emozione per l’iniziativa che si è appena conclusa nel centro storico di San Costanzo dove oltre 150 persone hanno sfilato con compostezza ed in silenzio indossando tutti calzari rossi e mascherine rosse.

In prima fila gli uomini con in testa il sindaco e a seguire i consiglieri comunali, gli studenti della scuola secondaria di I° grado V. Monti di San Costanzo, docenti, genitori e cittadini.

Il corteo silenzioso è partito alle 10:30 da corso Matteotti per raggiungere piazza Pascolini dove sotto la regia delle assessore Milena Volpe, Anna Maria Sabatini, con la collaborazione di Tiziana Stefanelli di Teatro La Vanda, i partecipanti si sono disposti a scacchiera su tutta la piazza tenendo in mano cartelli dove si potevano leggere frasi come “La violenza non è la soluzione è il problema!”, “Io sono un uomo #iononlemaltratto” , “Nulla può giustificare la tua violenza. Smettila subito!”, “Amore non è violenza ne possesso”. In primo piano una grande scarpa rossa realizzata dai Maestri carristi di Fano e concessa con entusiasmo dalla presidente della Carnevalesca Maria Flora Giammarioli.

Il progetto UOMINI IN SCARPE ROSSE nasce a Bilella da un’idea di Paolo Zanone direttore artistico di Teatrando e si è sviluppato a macchia in molte parti d’Italia per portare il messaggio degli uomini ad altri uomini in favore del rispetto inprescindibile che le donne meritano.

L’iniziativa si inserisce all’interno del calendario di eventi RISPETTAMI organizzato dal Comune di San Costanzo, giunto alla terza edizione e che vede la collaborazione dell’Istituto Comprensivo E. Fermi per il Flash Mob di questa mattina, mentre per l’emozionante serata di ieri venerdì 26 novembre dal titolo “A più voci” abbiamo avuto il piacere di ospitare le operatrici del Centro Antiviolenza Parla con Noi di Pesaro, con l’intervista di Marco Gasparini di Area Servizi Cerasa all’Avvocata Laura Martuffi una delle legali che in questi anni segue le donne vittime di violenza; all’interno della serata che ha visto anche la video-intervista alle operatrici del centro antiviolenza Fabiana di Corigliano Calabro (CS) si sono inseriti gli attori della compagnia Teatrale Fanigiulesi che hanno scandito i vari momenti interpretando letture a tema.

(Le foto sono di Assunta Melaccio)

QM – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.quimarotta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: